martedì 13 giugno 2017

ll mio fiore di prateria di Daniela Perelli

Il mio fiore di prateria
Daniela Perelli
Autoconclusivo
Romance Storico
161 pagine
Self

Trama:

Boston, 1878
“In verità ho due nomi: Lauren, perché mia madre, nonostante tutto, era ancora molto legata alle sue origini. Fiore di Prateria, perché mio padre, uomo forte e coraggioso, era un indiano Cheyenne.”
Sono passati quasi dieci anni dalla terribile battaglia lungo le rive del fiume Washita, Lauren ora vive a Boston e cerca di andare avanti con la sua vita. Anche se non è facile per lei, viste le sue origini, vivere in una grande città. Ancora non si sente pronta per tornare nella terra dove è nata. Dove è stata amata e protetta, ma dove è stata anche piccola e indifesa spettatrice di tanta sofferenza.
Joseph Russel è un giovane ricco e ambito, perfetto nel suo ruolo che ricopre con maestria nei vari salotti di Boston. Ma in realtà è solo apparenza, il suo cuore sanguina copioso per quel passato che lo ha visto testimone di un terribile massacro. Ma quegli occhi, così neri e intensi, colmi di paura ma fieri, sono l’unico spiraglio di luce per quel tormento che si porta dentro. Quegli occhi che il destino, molti anni dopo, ha deciso di far incrociare di nuovo con i suoi…







Questo é il primo libro storico che leggo e devo dire che non mi dispiace! 
Daniela Perelli sa portarti all'epoca dove una coppia mista non era ben vista, dove un amore come quello di Joseph e Lauren "Fiore" era visto dalla gente ricca come un disonore. 

Lauren ha perso i suoi genitori per via di un attacco fatto dai militari (tra cui si trovava un giovane Joseph). Joseph ha perso i genitori per via degli Indiani. 
I due mondi che li separano non sono destinati ad incrociarsi ancora. Ma una persona a loro due cara non é di questo avviso. E farà di tutto per avvicinarli. Ma quel segreto di Joseph, quello che non vuole svelare a Lauren, li separerà appena l'amore sboccerà o no? 

Una storia intensa! Corta, ma intensa! Joseph e Lauren sono teneri, innamorati, e anche tormentati, ma unendosi sapranno come gestire le male lingue e le persone che pensano ad avere schiavi in casa. 
Sotto la corazza che Joseph mostra si trova un cuore d'oro! Mi ha stupito molto la parte dove lui mostra i suoi sentimenti nel ghetto. Io che lo pensavo molto burbero, severo e quasi senza cuore mi son dovuta ricredere. In Lauren invece non mi ha sorpreso molto la sua tenacia e la sua voglia di trovare riscatto. 

Consiglio veramente questa novella a chi vuole passare un oretta in compagnia di due persone che vogliono solo amarsi ma che il mondo in cui vivono, e l'epoca, non sanno accettare. 







Nessun commento:

Posta un commento